mercoledì 30 dicembre 2015

Ciclabile a Caracalla invasa dai gazebo

i gazebo di werunrome piazzati direttamente sulla pista ciclabile
La cosa assurda è che non si sa se sia legale (come potrebbe esserlo ?) ma a Roma può accaddere di tutto anche che i vigili interpellati in proposito dichiarino di inviare una pattuglia, si fanno lasciare il  telefono ma poi non richiamano per spiegare.

venerdì 27 novembre 2015

Ciclopedonale sull'Appia Antica - i lavori 1

il cartello dei lavori non dice nulla di specifico
Ieri sera sono tornando dal lavoro sono passato a dare un'occhiate per avere notizie di prima mano, ma la cartellonistica di cantiere è oscura, non sono esplicitati i lavori in essere, che comunque dureranno 75 giorni "naturali e consecutivi".

mercoledì 25 novembre 2015

Ciclopedonale sull'Appia Antica ?

Pare siano iniziati oggi i lavori di risistemazione del primo tratto dell'Appia Antica fra Porta San Sebastiano e Cecilia Metella, nell'ambito delle iniziative per il Giubileo, che comprenderanno anche una "...la delimitazione del percorso ciclo/pedonale" che sembra però anche il preludio all'eliminazione della chiusura al traffico domenicale... vedremo.

Tratto dal sito del Comune di Roma (link alla pagina originale):
"Nel tratto di via Appia Antica tra porta San Sebastiano e il mausoleo di Cecilia Metella gli interventi riguarderanno le pavimentazioni stradali, la sistemazione dei marciapiedi esistenti (adeguati alle normative per i diversamente abili), la realizzazione di due moli per le fermate di autobus, il rifacimento della segnaletica orizzontale e la delimitazione del percorso ciclo/pedonale."


martedì 13 ottobre 2015

Allerta forature sulla Ciclabile a Tre Fontane!

Attenzione forature assicurate ! 
Ieri sera per l'ennesima volta quegli incompetenti che manutengono marciapiedi (e verde pubblico?) hanno eliminato le piante infestanti e spargendole con le loro micidiali spine sulla pista ciclabile a Via di Tre Fontane. Io ho forato entrambe le camere d'aria in modo irreparabile (decine di fori) e sono rimasto a piedi avendone solo una di scorta, il kit di riparazione mastice+toppe era inservibile.
Costo totale 2 camere d'aria (2,90 ciascuna) + 2 km a piedi per arrivare a MetroB EurMagliana + 2 ore di attesa per poter accedere ai treni alle 20:00 + doppio biglietto per me e bici (1,50 l'uno) [quest'ultimo costo non l'ho sostenuto perchè sono abbonato al metrebus] tutto per colpa di gente incompetente.

dal semaforo pedonale in direzione Laurentina

giovedì 10 settembre 2015

Via Druso ancora chiusa... ma non è pericoloso ?




Retake Cristoforo Colombo #1

incrocio ciclabile Colombo a via Cilicia
l'armadietto dei cavi elettrici era completamente ricoperto da piante
infestanti che sporgevano occupando la pista ed impedendo la vista.
Ora ci si vede

Assessore Stefano Esposito: "Niente GRAB né bike-lane" "Anzi no riprogettiamo il GRAB"

Come scrivevo l'altro ieri il GRAB monopolizza l'attenzione, delle bike-lane interessa fino ad un certo punto tanto che il neo-Assessore (molto arrogante nei rapporti con i ciclisti, che sono Cittadini come gli altri) prima rilascia dichiarazioni shock in camera caritatis con le "associazioni" (link Rotafixa.it) e poi ripensamenti operosi opositive in pubblico sul suo blog (link al blog dell'Assessore Stefano Esposito).
Che poi non si capisce perchè certe prese di posizione non siano pubblicate sul sito del Comune di Roma, visto che interessano tutti i cittadini anche quelli non rappresentati dalle "associaizoni", che abbiamo visto intrattere rapporti diretti con l'assessore e fare da tramite (non richiesto) per conto di tutti i ciclisti romani.

Esposito: 
"Voglio che i ciclisti possano pedalare in sicurezza e non mi importa quel che dicono le associazioni"

D'accordo, ma esiste un Piano Quadro della Ciclabilità approvato all'unamimità nella precedente consiliatura, ed un PGTU che è stato approvato da poco. Inoltre esistono indicazioni circa la realizzazione di Bike-lane, annunciate pubblicamente dal Sindaco.


Che facciamo sbugiardiamo il Sindaco, l'Assemblea Capitolina e ricominciamo da capo ? 




martedì 8 settembre 2015

Il GRAB: un buco nero

Il GRAB è un buco nero, che incorpora ed esclude tutto il resto.

Grandi proteste per la delusione dopo la riapertura al traffico di Via di Porta San Sebastiano, che pur escludendo l'accesso al traffico motorizzato privato, mantiene gioco forza l'accesso per il traffico locale: residenti, consolati e museo delle mura .
Tra l'altro le grandi proteste dirette contro i mezzi a motore, distoglie dal più immediato dei problemi, forse ancora risolvibile, ossia che il passaggio sotto la Porta San Sebastiano è consentito solo ai bus dell'ATAC, e solo in direzione Appia Antica, quindi le biciclette per passare dovranno essere condotte a mano in entrambi i sensi.
I guru del GRAB non avevano previsto questo scenario, davano per scontato che il comune avrebbe chiuso questa tratta a tutti i mezzi a motore trasformandola in un passaggio pedonale e ciclabile. Chiaramente impossibile oltre che tutto sommato non essenziale per il traffico ciclomobilistico quoridiano, che non è interessato a massacrarsi quotidianamente su una strada di sanpietrini.
 
Nel frattempo a Roma sono in corso iniziative e sono ferme altre:
  • ad esempio proprio ieri ho potuto constatare il definitivo completamento della ciclabile Porta Portese, realizzata con la tecnica della Bike Lane, corsie disegnate per lo più su strada con parcheggio al lato sinistro del senso di marcia ed area di rispetto per apertura sportelli.
  • E' stato disatteso l'annuncio di una Bike Lane sulla via Prenestina, "da Porta Maggiore al GRA" dichiarò su twitter Marino, ma finita l'asfaltatura e ridisegnata la segnaletica non compare nemmeno un metro di bike lane. Su questo silenzio di tomba.
  • E' in corso la riasfaltatura su ciclabile Prati per ora solo viale delle milizie
  • E' ancora bloccato il passaggio sulla ciclopedonale di via Druso, nota anche perché è usata da genitori e bimbi del b2school.
  • Stanno sparendo nell'incuria e nel degrado le ciclabili che portano da torre spaccata/ anagnina (via moneta/via rizzieri) al ponte di via Alimena (Romanina) ed alla ciclabile di via Ciamarra che collega con l'altrettanto non curata ciclabile di Tor Vergata.
  • La tanto contestata ciclabile Colombo, che decine  e decine di ciclomobilisti percorrono ogni giorno sta annegando nell'incuria, cui solo l'intervento di qualche volontario non consente di renderla impraticabile. Tra l'altro dopo il clamore mediatico dovuto alla morte del ciclista davanti alla regione lazio e fiumi di articoli che parlano di ciclabile stretta e sporca, nessuno ha pensato di contestare gli attraversamenti non ciclabili, né di far scattare il semaforo rosso per chi svolta quando è verde il pedonale, né di far potare il cespuglio nato sotto l'albero che impedisce anche volendo di vedere se arriva un'auto, un bus o una  moto.
  • Nessuna attenzione al marciaciclo di via Cilicia, anch'esso frequentatissimo dai ciclisti, il cui fondo stradale è sempre più dissestato e che ora ospita un accampamento che ha ridotto tutta la tratta ad una discarica a cielo aperto.
Insomma tutti pensano solo e soltanto al GRAB… che ha "afferrato" tutto.

Bike Lane Prenestina che non c'è: Comune e Municipio tacciono

Nonostante le promesse pubbliche di Marino, finita l'asfaltatura e ridisegnata la segnaletica:
non c'è alcuna bike lane.  E cosa ancor più grave è che nessuno protesta!

l'unica parvenza di mobilità ciclabile
è la mia ombra mentre fotografo
(foto 27  agosto 2015)

Bike-lane Porta Portese c'è !

Finalmente hanno completato l'opera, disegnando il tratto mancante della corsia in direzione Marconi (sul marciapiedi), disegnando segnaletica  orizzontale e posizionando quella verticale.


Ora però usiamola!

sullo sfondo Porta Portese

martedì 28 luglio 2015

Cambia l'Assessore alla Mobilità

Dal sito del Comune di Roma.

Dalla biografia di Stefano Esposito (link), neoassessore alla Mobilità, non emergono particolari competenze in merito, speriamo bene:
"Nell'aprile  2008  è  stato  eletto  alla  Camera  dei  deputati  nella  I circoscrizione  (Piemonte  1).  È stato membro  della  VIII  Commissione  (Ambiente,  Territorio  e Lavori  Pubblici)  della  Camera  dei  Deputati  dal  21  maggio  2008  al  14  marzo  2013. 
Nel  febbraio 2013 è stato eletto al Senato della Repubblica nelle liste del Partito Democratico.
Dal  7  maggio  2013  è  Vicepresidente  della  8º  Commissione  (Lavori  pubblici,  comunicazioni) e membro  della  Commissione  Bicamerale  Antimafia  dal  7  ottobre  2013. 
Si  occupa  di  infrastrutture, con particolare attenzione al progetto della tratta ferroviaria ad alta velocità tra Torino e Lione, a cui  si dichiara favorevole. E' stato nominato commissario del Partito Democratico di Ostia a febbraio di quest'anno."

giovedì 16 luglio 2015

Tevere Sud / Viadotto Magliana: attenzione!

Cominciamo con Via del Cappellaccio o meglio con quella sorta di diverticolo che passa sul cavalcavia e raggiunge viale Egeo (che così è collegato alla Ciclabile Tevere. Originariamente doveva essere una strada senza uscita per l'accesso ad un fondo privato(quindi strada poco frequentata), con passaggio finale solo per i pedoni (ed ovviamente i ciclisti), poi qualcosa è cambiato. Da anni moto e scooter si arrampicano in velocità rendendo pericoloso il transito anche per le auto. Infine da qualche tempo il "fondo" è ufficialmente (?) diventato un'officina... quindi Attenzione!
cavalcavia

Bike-lane di Porta Portese: un'altra incompiuta ?

ancora mancano segnaletica verticale ed orizzontale
Questa foto, scattata ieri, è emblematica. Tralasciando le auto in sosta vietata. Lavori apparentemente terminati, già lo sporto sta rovinando il fondo, non si capisce da dove entrerebbero i ciclisti, non c'è traccia di tracciatura uno spazio di ingresso, o forse pensano che si parta dal marciapiedi ?

Passaggi nei Parchi: I giardini della Garbatella

I giardini in questione, non si tratta di piste ciclabili, dedicati rispettivamente ad “Alessandro Malaspina” e “Lanzarotto Malocello” (vedi in fondo il paragrafo sulla toponomastica), sono collegati tra loro da un ponte (ciclo)pedonale di legno.

il ponte che unisce i due giardini

martedì 30 giugno 2015

Ciclabile Colombo: spiegazioni contro la cattiva informazione giornalistica

Ieri c'è stato un incidente mortale su via Cristoforo Colombo all'altezza del Palazzo della Regione Lazio, il servizio mandato in onda dal TG3 non chiariva assolutamente dove si fosse svolto e concludeva chiedendosi se la Colombo fosse una strada adatta agli "appassionati delle due ruote".

Premesso che è ora di finirla con questa storia degli "appassionati delle due ruote" la bicicletta è un mezzo di trasporto, e quell'incidente si è svolto sull'attraversamento stradale di una pista ciclabile.

Attraversamento pericoloso non solo per i ciclisti ma anche per i pedoni, perchè a semaforo pedonale verde ci sono mezzi che girano comunque su Via Genocchi.




spesso chi gira non ha piena visibilità, perchè coperto da rami bassi, alberi, pali dei cartelli, inoltre spesso gira senza neanche rallentare, anzi accelerando.


Le immagini sopra sono tratte da google maps (link), sotto invece foto e filmato fatti da me questa mattina, ossia il giorno dopo dell'incidente mortale.

questo è ciò che vede il ciclista uscendo
dalla ciclabile, deve svoltare a sinistra sul marciapiedi e
poi attraversare per procedere sulla ciclabile che prosegue sul
marciapiedi opposto.
video

Nel video si può vedere che le auto girano senza avere alcuna visibilità su chi attraversa, ciclista o pedone che sia, nonostante ci sia il semaforo verde, eppure non rallentano.

Killer quindi non la strada, ma chi ha disegnato l'attraversamento e chi guida senza mantenere un minimo di condizioni di sicurezza.
I ciclomobilisti ciò coloro che con pari dignità rispetto ad automobilisti e motociclisti, in quanto conducenti di un mezzo di trasporto, dovrebbero potersi muovere in sicurezza non sono minimamente protetti dalle istituzioni, né dall'informazione pubblica o privata, che affrontando il tema in modo superficiale rendono all'opinione pubblica l'idea di persone che non avendo altro da fare rischiano la vita e creano problemi alla circolazione. 
Vergognoso!!!!

Ciclabile Colombo: risistemata protezione pista ciclabile

si poteva fare, molto, meglio ma almeno è stato ripristinato
E' stato fatto da un paio di settimane circa, prima era stato distrutto e consentiva anche assurditù tipo quella della foto sottostante, da codice penale.


Ciclabile Togliatti piccola manutenzione, ma il dubbio è: chi è intervenuto ?

Da giorni arrivavano segnalazioni su Twitter riguardanti interventi di manutenzione, ieri per caso sono transitato sulla Ciclabile Togliatti ed ho fatto qualche foto. 
Le asfaltature (finalmente) sotto gli archi dell'acquedotto (assenti fin dall'inizio della realizzazione della pista ciclabile) e le smussature degli scivoli, sembrano opere professionali, ma in effetti il disegno delle strisce sugli attraversamenti ciclabili (che generano dubbi normativi su tali attraversamenti) e soprattutto il pittogramma della bici, stilizzato, fanno pensare ad una realizzazione fai-da-te.

attraversamento a norma ?

giovedì 21 maggio 2015

Se questa è una ciclabile... Testaccio

Mentre tornavo dalla ispezione alla presunta neo-ciclabile di Porta Portese ho deciso di passare per la Ciclabile Testaccio che non frequentavo da un po', e come si può vedere dalle foto: un disastro.

le ruote sprofondano

mercoledì 20 maggio 2015

Ciclabile Porta Portese ?


Avevo avuto la segnalazione da una Ciclomobilista al ciclopranzo settimanale (che si svolge al laghetto dell'Eur), ma pensavo fosse stata tracciata da qualche buontempone. Poi ieri l'altro da un tweet che segnalava un post del blog RomaFaSchifo (link),  dedicato alla segnaletica su Via Portuense, ho appreso della tracciatura di una presunta nuova pista ciclabile, quindi ho deciso di fare un sopralluogo.

percorso individuato
Il percorso tracciato per ora è su via Portuense nel tratto compreso tra via Pietro Ripari e Piazza di Porta Portese, per un totale di circa 800 metri (misurati con google maps).

martedì 12 maggio 2015

Ciclabile Colombo: dossi e paradossi

dosso creato da radici sulla Ciclabile Colombo
fa effetto vedere il confronto con la ruota da 16" della pieghevole
Sulla Dorsale Ciclabile Colombo nella tratta tra via Cilicia e via Palos ci sono due o tra punti dove le radici o comunque il tempo ha creato dei dossi, il paradosso è che in giro non se né legga nulla. Possibile che queste pericolose protuberanze non diano fastidio a nessuno ?

giovedì 23 aprile 2015

Terme di Carcalla - rifacimento segnaletica orizzontale

Piazzale Numa Pompilio
Per una volta commento un lavoro fatto bene.
Ancora migliorabile soprattutto nei materiali visto che la vernice è già sbiadita negli attraversamenti stradali (punto dove servirebbe maggiormente), ma comunque una realizzazione migliore, sia dal punto di vista della sicurezza che della informazione, rispetto a quella pessima di un paio di anni fa (realizzato da Giunta Alemanno, Assessore Visconti).

La maggior sicurezza deriva dalla riverniciatura degli attraversamenti ciclopedonali agli incroci ed dall'evindeziare le svolte nei vialetti lungo il percorso.
La maggior informazione sia a noi ciclisti che ai pedoni, evindenziando con numerosi simboli di biciclette se i vari tratti siano solo ciclabili o condivisi con i pedoni.

Deve essere ripristinata al più presto la segnaletica verticale che latita ormai da mesi, nonostante le segnalazioni, anche per evitare che i furbi parcheggino o accedano con motorini o automobili.

martedì 10 febbraio 2015

Quasi un anno e nessuna soluzione per Via Druso


Siamo ancora così... anzi peggio. Ora l'unica difesa è costituita da rete di plastica arancione agganciata ai tondini... segnalazione di lavori in corso per gli automobilisti, ma quando iniziano, come si svolgeranno e quanto dureranno questi lavori non è dato sapere.

dopo che sono sparite alcune delle transenne...