venerdì 23 dicembre 2011

Proteggere le piste e gli altri accesi pubblici

In viale dell'Umanesimo è stata tracciata ormai da tempo la nuova ciclabile laurentina in attesa che arrivi al raccordo è già un buon tratto che va da Piazzale Dohuet fino a via Laurentina proprio all'angolo con Viale dell'Umanesimo.
Il fatto che la pista colorata sia interrotta proprio all'altezza del passo carrabile per l'accesso al parchetto giustifica il fatto che qualcuno usi il passo per parcheggiare ? 
No, eppure è sempre così.

auto parcheggiate sull'accesso carrabile del parchetto

lunedì 19 dicembre 2011

FAO: ognuno se taja la sua...

Giorni fa avevo segnalato il caso dell'edera che invadeva la pista ciclabile su viale Aventino all'altezza della FAO, avevo inviato una e-mail al gruppo dei ciclisti urbani della FAO (il Cycom) che mi rispondeva dicendo di aver già segnalato il problema.
In effeti dopo pochi giorni hanno tagliato l'edera e con un po' di ulteriore tempo hanno portato via i detriti causati dal taglio forse più pericolosi dell'edera stessa, ma si sa come funzionano le cose in Italia ed in particolare a Roma.
Ma come si può vedere dalla foto sotto, non hanno tagliato tutta l'edera, ne è rimasto un tratto che ancora intralcia la pista ciclabile... indovinate perchè non è stato potato ? 
Perchè probabilmente quel pezzo di giardinetto non "compete" alla FAO. Ora quindi occorrerà scrivere all'Assessorato all'Ambiente...

ora è rimasto solo un tratto di edera non potata

Ponte Ciclopedonale Tre Fontane: finalmente di nuovo illuminato

 
Video del Losco

Venerdì scorso, 16 dicembre 2011, i ciclisti urbani che come me tornavano a casa, passando sulla ciclabile Laurentina/Tre Fontane, hanno avuto la sorpresa di vedere finalmente di nuovo illuminato il ponte ciclopedonale. Circa un mese fa avevamo ironicamente celebrato l'anniversario (!) dello "spegnimento", sono ancora al buio i lampioni nel tratto che da via di tre fontane sale verso il ponte e speriamo che vengano sistemati al più presto e come dice Giuseppe nell'audio del filmato si faccia manutenzione continua.
Certo che ci sia voluto un anno di segnalazioni, a tutti i livelli e da parte di tanti privati cittadini, a tanti organismi diversi (acea, assessorati, incaricati ecc.) per ottenere un servizio dovuto per il quale dovrebbe essere sufficiente contattare il servizio guasti dell'ACEA, non depone bene per l'amministrazione capitolina.
La storia è tutta qui.

martedì 6 dicembre 2011

Caracalla: nuovo evento a ridosso della pista ?

Via delle Terme di Caracalla incrocio con via Antonina
Stanno allestendo un nuovo evento a ridosso della ciclabile, dobbiamo preoccuparci ?

FAO l'edera invade la ciclabile

l'edera invade metà della ciclabile
L'edera dei giardini della FAO invade la pista ciclabile, segno della inesistente manutenzione e cura delle piste, da considerare che questa invasione può rovinare anche l'asfalto.

martedì 29 novembre 2011

Tevere Nord: voragine sulla pista ciclabile


"Voragine sulla ciclabile
A tutti gli utenti della pista ciclabile Ponte Milvio-Castel Giubileo. Fate attenzione. Si è aperto uno squarcio profondo al centro della carreggiata, all'altezza del pastore. Fate attenzione perché è profonda e pericolosa. La pianta è posticcia ed è stata messa per segnalazione."

foto di Luca Conti/Rotazioni

lunedì 28 novembre 2011

Mercoledì 30 Novembre 2011 - conferenza stampa per presentare l'indagine sulle Ciclabili a Roma 2011

Mercoledì 30 Novembre l'Agenzia per il Controllo e la Qualità dei Servizi del comune di Roma ha indetto una conferenza stampa presso la propria sede per presentare e discutere assieme all'Assessore Visconti, ai Ciclomobilisti (www.ciclomobilisti.it) e a DiTrafficoSiMuore (www.ditrafficosimuore.org) del follow-up dell'indagine sulle Ciclabili a Roma.

E' in corso di approvazione dopo 2 anni dalla sua prima comparsa il Piano Quadro della ciclabilità a Roma e nel frattempo si cerca di capire come l'Amministrazione sta gestendo le piste attuali e quelle di nuova costruzione. Sono state riprese le proposte fatte lo scorso anno e si è verificato quanto si è realizzato, monitorando le 15 peggiori piste e le nuove piste realizzate.
Quest'anno finalmente, e forse per la prima volta, sarà possibile misurare concretamente i cambiamenti che intervengono nella mobilità ciclabile da un anno all'altro (confrontando i dati con quelli del monitoraggio dello scorso anno), se sono stati fatti passi avanti o come è facile immaginare siamo tornati indietro...

Ancora una iniziativa supportata dai Ciclomobilisti senza costare nulla alla comunità...


Un anno di buio - ponte ciclopedonale Laurentina


Dopo le telefonate al call center ACEA, le mail e le richieste verbali all'Assessorato all'Ambiente (titolare della ciclabilità), le mail al Responsabile per la Sicurezza cittadina... tutti i passi istituzionali tranne scrivere al Presidente della Repubblica per segnalare la grave mancanza di Pari Opportunità per i pedoni ed i ciclisti urbani rispetto alle due e quattroruote a motore.

Per il momento i Ciclomobilisti hanno voluto fissare nella memoria la ricorrenza di questo anno di buio.

mercoledì 23 novembre 2011

Ciclabile via delle Tre fontane pericolo

Il tratto della ciclabile di via delle Tre Fontane all'altezza del semaforo pedonale del luneur è pericolosissimo, la scarsa illuminazione, la nuova pensilina atac e soprattutto il palo con l'asfalto sprofondato sono un cocktail micidiale.
ecco cosa può succedere con il buio

mercoledì 5 ottobre 2011

Ponte ciclopedonale di Tre Fontane: BUIO PESTO

Dal 21 aprile scorso non è cambiato nulla anzi la situazione è peggiorata, ma cosa bisogna fare per convincere l'ACEA a rimettere in funzione l'illuminazione in quel tratto frequentatissimo dai pendolari in bicicletta ?


non si vede nulla vero ?
le luci sono quelle dell'autostrada per fiumicino e del campo di hockey

Dorsale Colombo - Tre Fontane pensilina ATAC sulla pista ciclabile

via di Tre Fontane
quale è la logica ?

giovedì 22 settembre 2011

lunedì 19 settembre 2011

European Mobility Week - Roma un disastro

A 5 mesi di distanza dalla prima segnalazione con foto circa lo stato della Dorsale delle Ville Storiche in particolare viale delle Belle Arti non è cambiato nulla il cartello è ancora li per terra, e così come per quella ciclabile anche tutte le altre stanno rapidamente sparendo nel degrado e nell'abbandono.
A cosa serve sventolare km di piste ciclabili se poi non sono manutenute e sorvegliate ?
Ieri pare che gli assessori Visconti ed Aurigemma siano andati in bicicletta lungo via dei fori imperiali, io sono passato verso le 11 e non li ho incontrati, quanto ai 5000 a piedi ed in bicicletta di cui parla l'articolo semmai ci sono tutte le domeniche visto che via dei fori imperiali è chiusa al traffico da anni tutte le domeniche.
Forse hanno inteso l'evento come European Mobility Weekend ...

18 settembre 2011
18 aprile 2011

mercoledì 7 settembre 2011

Laurentina, pericoloso l'attraversamento di via Cesare Pavese

Si sono dimenticati di fare le strisce sull'attraversamento ciclopedonale di via Cesare Pavese all'angolo con viale dell'Umanesimo  ? E' pericolosissimo !

l'attraveramento con gli scivoli ma mancano le strisce
Inoltre nel tratto su Viale dell'Umanesimo a fianco del fioraio, dove c'e' l'ingresso "carrabile" al parco e le auto continuano a parcheggiare imperterrite, visto che non c'è segnaletica (anche se è chiaro che non si può parcheggiare) della ciclabile.

Ponte della Musica - ancora incompleto il contesto

domenica 4 settebre 2011
A circa tre mesi dall'inaugurazione non sono ancora stato completato il ripristino delle condizioni pre-inizio lavori, la pista originale su Via Capoprati continua ad essere interrotta ed i ciclisti sono costretti a viaggiare sul marciapiedi a ridosso della carreggiata. Ne si conosce il modo in cui il ponte sarà raccordato alla pista.

lunedì 29 agosto 2011

Incendio al ponticello: Tevere Nord di nuovo interrotta ?

foto di Marco Latini (Forum Ciclomobilisti)

Ad otto mesi dalla riapertura di nuovo problemi al ponte ciclopedonale sul Fosso dell'Acqua Traversa nel tratto Nord della Dorsale Tevere. Stavolta un'incendio sviluppatosi sotto al ponte ha bruciato le parti in legno della pavimentazione del ponte.
Bisogna vedere ora quali saranno le conseguenze in termini di sicurezza ed agibilità.

sabato 27 agosto 2011

Suggerimenti per l'Ufficio Biciclette del Comune di Roma

Ammesso e non concesso che tale ufficio esista ancora, mi permetto di segnalare che a Londra per agevolare i ciclisti urbani hanno realizzato mappe come questa:

Per dire che esiste solo la costruzione di piste ciclabili, ma anche la proposizione di itinerari protetti o comunque meno trafficati e l'indicazione delle corrispondenze intermodali.

I ciclisti romani hanno già proposto mappe di questo tipo in varie fasi su RomaPedala e sul forum dei Ciclomobilisti ma pare che nessuno se ne curi, mentre all'estero ne fanno tesoro, anzi le migliorano.


lunedì 8 agosto 2011

Interrompere le ciclabili

Questa è l'ultima sorpresa, sulla Pista Ciclopedonale di Via della Venezia Giulia (zona Prenestina - Villa Gordiani), in via Dignano d'Istria davanti al Centro Sportivo Comunale.

via Dignano d'Istria - chiusura senza motivazione né data riapertura

venerdì 29 luglio 2011

Parigi, Londra persino Milano sono attive. Roma è ferma al palo anzi retrocede

  • Parigi con un sindaco di sinistra Bertrand Delanoë (Socialista) ha lanciato un piano 2010-2014, velib (il bike sharing), quartieri ciclabili, piste, contraflow (contromano solo per i ciclisti), intermodalità;
  • Londra con un sindaco di destra Boris Johnson (Conservatore) sindaco dal 2008 (come Alemanno) oltre a girare in bici (come il premier Cameron, compagno di partito) si è dato molto da fare e nonostante tutto è pungolato dai ciclisti urbani locali a fare meglio;
  • a Milano a poche settimane dopo l'elezione di un sindaco di sinistra Giuliano Pisapia (SEL) il neo-assessore alla mobilità (non quello dell'ambiente come avviene a Roma) è già intervenuto con azioni (paletti, dissuasori) per proteggere le poche piste esistenti e comunque sia il suo predecessore, il sindaco uscente Sindaco Letizia Moratti aveva avviato un servizio di bike sharing (BikeMi) con risultati molto conformanti.
Parigi:  il riformista Bertrand Delanoë
Londra: il conservatore Boris Johnson

Insomma un po' ovunque nelle città europee destra o sinistra sono attive anche per la mobilità ciclabile, mentre a Roma alla pomposa presentazione del Piano Quadro della Ciclabilità del maggio 2010 non è seguito alcun intervento concreto a livello di approvazione e finanziamento del Piano.
Anzi le piste ciclabili finanziate dalle giunte precedenti sono state definanziate, anche quelle come la Dorsale Nomentana, che sarebbero altamente strategiche per la mobilità in generale.
Agli inizia del 2011 con la giunta Alemanno bis e l'avvento dell'Assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma si era avuto un piccolo salto di qualità, puntualmente e positivamente valutato dai ciclisti urbani con aumento dei fruitori e quindi degli abbonamenti e dei biglietti consumati:
  • aumento dei giorni ed orari di accesso in Metropolitana (A,B e Lido) con le bici normali (sabato tutto il giorno, 1 ora in più la sera nei feriali)
  • accesso per le bici pieghevoli tutta la giornata sulla Metropolitana (A,B e Lido), cosa prima vietata.
Addirittura il 20 aprile 2011 alla vigilia del weekend da bollino nero con la coincidenza della beatificazione di Giovanni Paolo II e del Concertone del I° Maggio, ci era stato promesso che superato quel picco di impegno non solo l'Assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma avrebbe continuato a vagliare ed attuare nuove iniziative in favore della bicicletta, ma anche l'Assessore con delega per la ciclabilità (che a Roma è l'assessore all'Ambiente) Marco isconti sembrava aver compreso che occorreva fare qualcosa (anche solo manutenzione ed iniziative a costo zero, non solo nuove piste) per rilanciare la mobilità ciclabile e coinvolto Fabrizio Ghera (lavori pubblici) e addirittura Luca Gramazio capogruppo PDL (maggioranza) al Consiglio Comunale impegnandosi a tutta una serie di adempimenti culminanti con l'approvazione ed il finanziamento del Piano Quadro della Ciclabilità entro fine giugno!

Sappiamo bene come è andata, il tutto si è spento allo scadere dell'ultima delle promesse quella appunto della approvazione e del finanziamento, che per il 2012 sarà di ben 45.000 euro (45 mila euro) ... il costo di un garage monoposto.

Alle proteste dei Ciclomobilisti e del Coordinamento di Traffico si Muore, e su richiesta  del Coordinamento Roma Ciclabile l'assessore Visconti aveva convocato un incontro per il 26 luglio 2011 (!) non si sa bene con quale intenzioni, visto che era palese il mancato rispetto di TUTTE le promesse fatte in materia di ciclabilità... L'incontro che è stato poi disdettato con una settimana di anticipo e rimandato a data da destinarsi. 

Ricapitolando:
C'è da dire che non solo i politici ma anche i tecnici non hanno brillato in questo contesto, l'Ufficio Biciclette è praticamente inestistente (nessuna risposta, nessun intervento), ed anche il neo-responsabile alla Manutenzione delle Piste Ciclabili il quale dopo aver chiesto fiducia e pazienza almeno fino a metà giugno, fiducia e pazienza puntualmente accordate dai ciclisti urbani, si è defilato e non si vede traccia di interventi in positivo.

Questo è il conto della serva non antagonismo o preconcetto politico.

Nel frattempo a Roma a causa del mancato rispetto del codice della strada ed all'aumento del traffico, aumentano gli incidenti stradali ed i morti: pedoni, ciclisti, motociclisti ed automobilisti.

Tutto questo è di destra o di sinistra ?

mercoledì 27 luglio 2011

Mercoledì 27 luglio 2011: inaugurazione passeggiata ciclopedonale dell'Acquedotto Alessandrino

locandina dell'evento
Oggi pomeriggio a via degli Olmi angolo via delle Fragole alle 18.30 ci sarà:
'"inaugurazione della passeggiata ciclo-pedonale dell'Acquedotto Alessandrino"
apparentemente una bella notizia per i ciclisti urbani e comunque per chi si sposta in bicicletta, ma un piccolo sopralluogo preliminare di un partecipante al forum dei Ciclomobilisti ci offre un ulteriore assurdo dettaglio al quadro desolante della pseudo-ciclabilità romana. Anche stavolta protagonisti i municipi che sembrano voler competere al ribasso con il Campidoglio per quanto riguarda l'attenzione per la mobilità ciclabile, riempiendosi la  bocca ed il volantino con l'aggettivo ciclabile, laddove si tratta di posti assolutamente inadeguati all'utilizzo della bicicletta, neanche con una mountain bike.

rampa di lancio in legno ?
vialetti ad ostacoli

martedì 26 luglio 2011

Furio Camillo: ci mancavano i lavori di rifacimento facciate

Non bastavano l'asfalto in disfacimento e rifatto male, cartelloni, motorini, automobili, furgoni e mezzi dell'AMA parcheggiati sulla pista e sugli attraversamenti. Ora ci si mettono anche con i lavori di restaturo della facciata del palazzo, per carità se è necessario chi dice nulla, ma ovviamente nessun preavviso, nessuna informazione sulla durata dell'occupazione o percorso alternativo...

il ragno e le transenne
... ultimamente anche il bar all'angolo di via Niso mette i tavolini e le sedie sul marciapiedi occupando parzialmente anche la ciclabile.
Questa sarebbe Roma Capitale...

lunedì 25 luglio 2011

Ciclabile Colombo: possiamo dire che la manutenzione non c'è ?

Tanto per iniziare: il paletto rotto alla base che avevo segnalato 10 maggio scorso sul blog e di cui avevo parlato personalmente (in un incontro congiunto Ciclomobilisti-Coordinamento DTSM), al nuovo incaricato della manutenzione Dott. Velli, è ancora nelle medesime condizioni.
Il paletto sostiene la recinzione del giardino pubblico all'angolo fra Cristoforo Colombo e via Vedana, che incombe sulla pista ciclabile ed è pericoloso sia per i ciclisti che per i bambini del giardino, anche perchè la rottura pone il carico sui paletti limitrofi che potrebbero rompersi anch'essi sotto il peso.
Quindi sono passati due mesi dalla segnalazione ed oltre uno dalla data che Velli ci aveva fornito come riferimento per l'inizio delle manutenzioni da lui gestite direttamente, ossia la metà di giugno.

paletto rotto alla base
Inoltre la pista è sporca in particolare nell'area di fronte alla ex-fiera di Roma e nel tratto che va dall'inizio di via Palos fino all'incrocio con via Cilicia. Le piante che costeggiano il percorso non sono state potate né all'altezza di Piazza Ardigò, né lungo il tratto che va dalle Mura Aureliane a piazza Numa Pompilio, dove addirittura ora le radici stanno invadendo il tratto in salita. Ho esaurito lo spazio per le foto sul cellulare... ma ci sarebbe da fare un mega album di magagne... ed anche la pazienza è finita.

mercoledì 13 luglio 2011

Ciclabilità romana - lettera aperta agli amministratori ed alla città

Pubblico di seguito email e lettera inviata dal gruppo Ciclomobilisti (me compreso) e dal coordinamento Di Traffico Si Muore all'indirizzo del Sindaco di Roma e degli Assessori competenti relativamente allo stato dell'arte delle attività intraprese dalla attuale giunta rispetto alla mobilità ciclabile. 
Sotto riporto il testo della e-mail, la lettera allegata è disponibile a questo indirizzo: allegato
"Egregio Sindaco di Roma,
Egregi Assessori,

Il 20 aprile scorso in un incontro presso l’Assessorato all’Ambiente alla presenza degli Assessori Visconti ed Aurigemma, di un delegato dell’Assessore Ghera e del capogruppo PDL al Consiglio Municipale Luca Gramazio, erano state fatte precise affermazioni circa l’approvazione del Piano Quadro della Mobilità entro fine giugno 2011, oltre a numerose promesse circa la messa in atto di azioni a costo zero per favorire la mobilità ciclabile della Capitale.

In occasione di tale incontro l'Amministrazione si impegnò formalmente ad adempiere ad una serie di richieste delle associazioni presenti, ma purtroppo riscontriamo che da Aprile ad oggi poco o nulla è stato fatto e anzi si è ulteriormente perso valore della ciclabilità sulle piste esistenti che sono state (e sono) occupate, danneggiate, sfruttate come parcheggio o peggio come aree da svendere per le solite "feste estive", senza alcuna considerazione per gli utenti della mobilità dolce.

Ed infine nulla, neanche una parola verso chi in questi anni si è sforzato di capire, di dialogare, di superare qualunque appiglio potesse essere considerato di ostacolo alla realizzazione di un piano per la mobilità ciclistica.
Nemmeno i decantati tavoli unificati interassessorato per individuare soluzioni pratiche ed a costo basso o nullo, di cui ne è stato convocato l'ennesimo per il prossimo 26 luglio, hanno prodotto alcunchè da parte dell'Amministrazione.

In allegato inviamo l'elenco degli impegni che erano stati presi e lo stato di avanzamento delle attività punto per punto, al quale ci auguriamo vorrete dare finalmente una risposta seria ed adeguata, non con le solite promesse e rinvii, ma con i fatti concreti.

Distinti saluti

gruppo Ciclomobilisti - coordinamento Di Traffico Si Muore
"


mercoledì 22 giugno 2011

Ciclabile Laurentina: finalmente la segnaletica verticale e ...

via Laurentina (altezza incrocio con via dei Corazzieri)
Finalmente! da mesi i Ciclomobilisti seguono la realizzazione di questa importante tratta che secondo il corridoio della mobilità dovrebbe raggiungere i quartiere oltre il raccordo, e che potrebbe con poco sforzo collegarsi con l'esistente tratto di via delle Tre Fontane congiungendosi con la Dorsale Ciclabile Colombo.
Il fondo era pronto da mesi salvo alcune "limature" in questi giorni però hanno iniziato a mettere la segnaletica verticale (la cosa più importante) e stanno colorando la pista.

Dorsale Colombo: Caracalla la ciclabile "usata" dai partiti

Finisce la festa di Sinistra Ecologia (sic!) e Libertà (SEL), che ha occupato la pista per almeno 10 giorni ed inizia la festa dell'Unità (PD), speriamo bene.

cartello apposto sullo sbarramento dopo le prime proteste dei ciclisti

Intanto godetevi l'uso improprio cui SEL su autorizzazione di Roma Capitale (per decisione di non si sa quale dipartimento o assessorato)  ha sottoposto ad occupazione impedendo ai ciclisti urbani di poterla utilizzare nei propri spostamenti quotidiani lavorativi o comunque di mobilità...

martedì 31 maggio 2011

Ponte della Musica: inaugurato. Ci passano solo bus elettrici, pedoni e ciclisti

Dal sito del Comune di Roma:
"Un'opera strategica che era prevista nel piano regolatore del '29 e che adesso diventa l'anello di congiunzione tra il parco della musica, quello delle arti e il parco olimpico. E questo e' anche il primo ponte ecosostenibile di Roma perchè ci passeranno solo bus elettrici, biciclette e pedoni".
Lo ha detto il sindaco Alemanno nel corso della cerimonia inaugurale.
In alternativa ai bus elettrici potrebbe passare sul ponte un nuovo tram, ma per questa decisione, ha spiegato il sindaco, "Bisogna aspettare il progetto complessivo del Parco della Musica e delle Arti” e ha aggiunto che il tram "potrebbe essere molto interessante perchè potrebbe collegare molte istituzioni artistiche diventando una specie di tram delle arti e della musica. Vedremo con l'Agenzia della Mobilità quale opera collocare in un'ottica complessiva, intanto abbiamo questo ponte pedonale e ciclistico."

Dichiarazioni del Sindaco Alemanno circa la Ciclabilità del Ponte della Musica

Ora attendiamo di capire quando sarà ripristinata la Ciclabile Tevere ora interrotta a Capoprati e come sarà interconnessa con il Ponte della Musica, quesito già inviato all'Ufficio Biciclette presso l'Assessorato all'Ambiente da alcuni partecipanti al forum dei Ciclomobilisti.

giovedì 19 maggio 2011

Ciclabile Laurentina: di che colore sarà ?

Il tratto iniziale di quella che diventerà la Dorsale Laurentina, è pronto da mesi, si tratta della tranche che va da Piazzale Dohuet (metro B Laurentina) fino a via Achille Campanile, manca qualche parapedonale su via dell'Umanesimo ed in geneale la segnaletica orizzontale e verticale.
Avevamo già visto un test di colorazione e chiesto a tempi a Roma Metropolitane, che però prevedeva di inaugurarla entro fine dicembre 2011, ma nell'incontro con gli assessori alla Mobilità ed all'Ambiente i Ciclomobilisti avevano chiesto che fosse subito completato ed aperto, per poter fruire immediatamente in sicurezza, almeno di questo tratto.

Ora nuove prove con alcuni colori decisamente eccentrici, confrontandoci fra ciclisti ci siamo chiesti il senso di queste prove, ma il colore delle piste ciclabili viene scelto di volta in volta ?

prova colore, alle spalle del giornalaio di via Laurentina
Sotto la mappa del tratto che sarebbe rapidamente inaugurabile.




Visualizza Dorsale Laurentina (ipotesi) in una mappa di dimensioni maggiori

mercoledì 18 maggio 2011

Dorsale Colombo: problema accesso parcheggio su pista ciclabile

Settimana scorsa avevo segnalato su Ciclabili a Roma, sul Forum Ciclomobilisti che era stato realizzato un accesso al cantiere e che erano in corso passaggi sulla pista ciclabile nel tratto a ridosso di via Rosa Guarnieri-Carducci nel tratto tra questa e via Maria Drago Mazzini (prossimità palazzo Regione Lazio).

crepe sulla ciclabile, chi sistema e chi paga ?
Lunedì 16 avevo scritto ai responsabili dell'ufficio biciclette e della manutenzione, perchè ho notato che sulla pista erano presenti crepe nel punto in cui è stato aperto il passaggio:
"Salve a tutti,
segnalo che da qualche giorno sulla Pista Ciclabile Colombo in prossimità di via Rosa Guarnieri Carducci (vicinanze Regione Lazio) è stato aperto un passaggio carrabile su cui passano (evidentemente) camion o altri mezzi pesanti. Oltre ad aver smontato le lastre di travertino che delimitano la ciclabile, a causa del passaggio si sono prodotte copiose crepe sulla pista ciclabile, crepe che ovviamente peggioreranno.


Vorrei sapere se è stato dato il permesso alla creazione del passaggio e chi ripristinerà e pagherà i danni al manto della ciclabile.
Infine vorrei sapere se questo prelude alla realizzazione di un accesso al parcheggio, creano un'ulteriore attraversamento sulla pista ciclabile in un punto che già prevede due complanari ed un semaforo.


Sul sito Ciclabili a Roma potete verificare il punto dove è stato realizzato il passaggio,
dalla foto si evince già un avvallamento della ciclabile in quel punto (che ovviamente ristagnerà acqua) pubblicherò quanto prima altre foto con le visibilissime crepe.


Ringrazio per l'attenzione e
resto in attesa di gentile risposta"

Questa foto è di lunedì sera, nel frattempo si sono aggiunte transenne come se il tratto dovesse subire ulteriori modifiche.

Finora nessuno ha risposto alla mia e-mail...

Aggiornamento:
giovedì 19 maggio 2011: e la crepa divenne una buca:
come era ovvio alla fine è successo...

Dorsale Colombo: tracce di manutenzione

Finalmente ripristinato il tombino rotto dal luglio 2009, più volte segnalato, l'ultima segnalazione diretta al nuovo responsabile della manutenzione delle piste ciclabil è stata evidentemente accolta.

finalmente riparato il pericolosissimo tombino

 
Ripristinate anche le lampade lampeggianti che segnalano l'attraversamento ciclabile di Via Cilicia.
Ad una settimana dall'incontro di martedì scorso con il responsabile della manutenzione, non vedendo novità cominciavo a temere che fossimo alle solite.
Invece ieri sera ho avuto due belle sorprese:
- finalmente hanno sistemato il tombino di cui sopra;
- hanno ripristinato i lampaggianti all'altezza dell'attraversamento di via cilicia.

sono stati interventi evidentemente schedulati prima dell'incontro (e relativi alla e-mail di cui sopra) perchè non sono state fatte cose che avevamo chiesto insieme al rappresentante del Coordinamento Di Traffico Si Muore di martedì scorso:
- paletto recinzione parco giochi all'incrocio con via vedana
- cartello che è scivolato giù sul palo sempre sull'attraversamento ciclabile di via cilicia
- pulizia della pista che nel tratto fra via costantino e via Rosa Guarnieri Carducci, che è veramente a rischio forature.

martedì 10 maggio 2011

Ciclabile Balduina - Montemario: 10 maggio nuovo incontro pubblico nel XIX Municipio

Dopo l'incontro del 5 maggio scorso di cui trovate un resoconto sul forum dei Ciclomobilisti, oggi si terrà un'altra assemblea pubblica, importante partecipare !
Tutti i ciclisti di zona o comunque interessati si facciano vedere, per far capire quanta gente avrebbe benefici nell'uso quotidiano di quella pista.

Riporto anche qui l'appello di Andrea sul forum dei Ciclomobilisti:
Martedì 10 maggio alle ore 18.30, presso il centro anziani di Piazza Mazzaresi (raggiungibile facilmente con ferrovia FM3 stazione Balduina) si svolgerà la presentazione del progetto del parco ciclopedonale tra Monte Mario e Valle Aurelia. Verranno illustrate le caratteristiche del percorso, le tecniche di realizzazione e le opere accessorie.
Credo sia molto importante partecipare all'assemblea.

Dorsale Colombo: pericoli e problemi

Ieri sera tornando come di consueto sulla pista ciclabile lungo la Cristoforo Colombo mi sono accorto che uno dei paletti di ferro che sostengono la rete del parco giochi (all'altezza del parco giochi all'incrocio con via Vedana) è rotto e la rete ondeggia pericolosamente.

in evidenza il paletto rotto
Inoltre proseguendo mi sono accorto che sono quasi terminati i lavori del parcheggio interrato all'angolo di Via Rosa Guarnieri Carducci e che purtroppo sembra che uno degli accessi al parcheggio sarà aperto sulla pista ciclabile, già ora la stanno usando per accedere, si vede nella foto sotto.

segni del passaggio di mezzi sulla pista

giovedì 21 aprile 2011

Il tombino eternamente rotto rischia di portarci alla tomba

il tombini perennemente rotto sulla Colombo
Sono anni che segnalo il danneggiamento di questo tombino e di quello vicino, li transenno io al volo e segnalo, dopo molto tempo lo transennano loro, dopo tantissimo tempo intervengono e lo riparano, dopo poco di nuovo è rotto.
Stavolta era stato recintanto, secondo me in modo pericoloso, ed era così da tempo immemorabile, da un paio di giorni qualcuno ha divelto la recinzione, creando una situazione di ulteriore pericolo. 
Purtroppo alle segnalazioni non risponde mai nessuno direttamente se non dopo mesi o dopo l'intervento,  ora che è stato definito un responsabile della manutenzione presso l'Assessorato all'Ambiente vediamo se le cose subiscono una variazione in senso positivo, Velli ci stupisca !

L'illuminazione sul ponte ciclopedonale di Via Laurentina

Il ponte ciclopedonale sulla Laurentina congiunge il tratto di Via delle Tre Fontane con il tratto su Via Laurentina, scavalcando intelligentemente lo svincolo creato per chi deve andare sulla o proviene dalla Roma-Fiumicino.
Il problema segnalato anche quest'inverno all'ACEA sono le ripetute situazioni di buio causate dallo spegnimento dei lampioni nel tratto verso il ponte e sul ponte stesso, con grave pericolo per chi lo usa sia per tornare dal lavoro come me, ma anche solo per una passeggiata.
mancano le lampade!

Ieri mentre tornavo dall'ufficio, una delle prime volte che non torno con il buio, mi sono fermato appositamente per capire come mai le lampade segnapasso del ponte siano sempre praticamente tutte spente.
Ed ho scoperto che non ci sono le lampade.
Appena ho tempo avviserò l'ACEA (800.130.336) però credo che dovrebbero cambiare qualcosa perchè con gli attuali fenomeni di vandalismo e di furto di materiale elettrico una soluzione del genere è troppo vulnerabile, e si rischia di spendere soldi senza avere la certezza dell'illuminazione.

Le plafoniere con la targhetta ACEA per la segnalazione del guasto
altre foto...
Panoramica del ponte che è tutto imbrattato

questa lampada, rotta, sporge pericolosamente

lunedì 18 aprile 2011

Via Panama recentiato il Parco Rabin

Ieri ho visto per la prima volta la recinzione che è stata apposta su via Panama per chiudere il Parco Rabin.
Al parco si arriva tramite la ciclabile che proviene da Villa Borghese (Bioparco) e termina proprio davani all'ingresso del  parco stesso, che una volta attraversato consente l'ingresso a Villa Ada.
Tramite i cui percorsi sterrati si raggiungono le uscite opposte all'altezza di Via Salaria, e le piste della Musica e quella che congiunge via Salaria con via Nomentana passando per il parco delle Valli.
Bisogna fare attenzione perchè i cancelli apparentemente sono chiusi anche di giorno, e non di distinguono bene dall'inferriata fissa.

la recinzione.

Viale delle Belle Arti, chi autorizza certe iniziative ?

La ciclabile che va dal Lungotevere (Ponte Risorgimento) a Villa Borghese da tempo è in stato di abbandono per cui ci sono cartelli abbattutti (da mesi), auto e motorini sulla pista, addirittura pericolosissimi (per ciclisti e pedoni) tronconi di paletti.

Palo con indicazione della pista abbattuto da mesi


Ma da qualche giorno c'è un ulteriore elemento che disturba o addirittura impedisce l'utilizzo della pista, una mostra per i 150 anni dell'Unità d'Italia.


Pista sparita all'altezza dell'Accademia di Romania
In alcuni casi si tratta di occupazione totale, vedi foto sopra.

venerdì 8 aprile 2011

Dorsale Colombo: lavori in corso all'altezza di via Cilicia (pericolo)

Dorsale Colombo angolo via Cilicia
Da tre giorni sono in corso lavori, di che natura e effettuati da chi non saprei dire, visto che manca un cartello che indichi chiaramente questi dati.
Come nei peggiori paesi del mondo non solo la cosa non è stata preannunciata (per paragone con l'automobile considerate come se stessero lavorando sul raccordo ad una delle uscite) ma è stata gestita malissimo, prima una lingua di sterrato sull'angolo pericolosissima perchè il fondo era sabbioso, il giorno dopo mettono la rete di protezione ed il cartello, forse in seguito alle proteste dei ciclisti che la usano tutti i giorni per andare al lavoro.
Purtoppo però proseguendo nella pessima modalità che contraddistingue ormai l'attenzione per i pedoni ed i ciclisti sono state lasciate fuori dalla recinzione due lingue di terra/sabbiosa, senza che siano immediatamente visibili anzi a causa del cartello uno passa tranquillo.
Inoltre guardate il cartello di pericolo (!) la scritta che avverte dell'attraversaemento dei ciclisti è caduta ed è solo appoggiata sul parapedonale. Infine i lampeggianti gialli che stanno su un cartello che precede quel tratto per allertare i mezzi a motore, sono spenti.
Ho gioito e festeggiato per la disponibilità dimostrata dall'assessore Aurigemma nell'occasione dell'ampliamento degli orari di accesso in bici sulla metro, ma ora sembra che "passata la festa gabbato lo santo". Ebbene io e molti moltissimi altri questo modo di gestire la cosa pubblica non lo accettiamo.

Aggiornamento:

C'è voluta una settimana ma alla fine hanno risistemato tutto, o quasi (ancora i lampeggiatori spenti ed il cartello rimane giù), questa la situazione ieri sera: giovedì 14 aprile 2011.
aggiornamento al 14.4.2011

Fate comunque attenzione perchè c'e' una leggera sabbiolina che può far scivolare...

mercoledì 23 marzo 2011

Laurentina prova colore ?

Oggi durante l'abituale ciclo pranzo al sacco con i Ciclomobilisti ci siamo accorti che su un tratto della costruenda Ciclabile Laurentina (a proposito ma i lavori si sono fermati da un po' o è un'impressione ?) è comparsa una macchia di colore che sembra essere una prova di colorazione della ciclabile.

Prova colore ?
In effetti la prima parte della ciclabile da Piazzale Dohuet fino a via Achille Campanile è già pronta andrebbe solo colorata e dotata di segnaletica orizzontale e verticale.
L'unico punto che ancora necessita di aggiustamenti è quello su viale dell'Umanesimo dove dovranno essere apposti dei parapedonali per evitare il parcheggio in sosta vietata (vedi foto sotto) e per l'attraversamento di viale Cesare Pavese che appare poco agevole.
Viale dell'Umanesimo