giovedì 28 febbraio 2013

Dorsale delle Ville Storiche

La Dorsale delle Ville Storiche collega i Parioli/villa ADA, passando per Villa Borghese (Giardino Zoologico ora Bioparco) e per Viale delle Belle Arti, con il tevere (via Flaminia e Prati) e la Dorsale Tevere.

Contesto

la pista contestualizzata nell'ambito della rete ciclabile

 

Ciclabile Giulio Agricola - Marco Fulvio Nobiliore - Lemonia

mappa stilizzata
La Lemonia-Giulio Agricola-Nobiliore si trova nel territorio del Municipio X. La porzione di Viale Giulio Agricola - Viale Fulvio Nobiliore è stata realizzata anni fà ed ha subito le stesse critiche di inutilità attribuite ad altre piste periferiche. Ora con la realizzazione del tratto su Via Lemonia acquista maggior senso integrandosi in un sistema di passaggi sia a scopo turistico-ludico che pratico quotidiano.

Problemi

Il principale problema deriva dal parcheggio selvaggio che occupa gli accessi ai vari tratti della ciclabile.

Sviluppi futuri

Proseguendo la ciclabile su Via Nobiliore fino a via Papiria e da qui a via Romano Santi in corrispondenza con Via Palmiro Togliatti si otterrebbe un accesso prezioso alla e dalla ciclabile Dorsale Togliatti. Inoltre se da Via Lemonia si prolungasse la pista lungo la Circonvallazione Tuscolana si ottiene un collegamento con la fermata Metro A Subaugusta ed il Centro Commerciale Cinecittà 2

Percorso

Nodo note
Via Marco Fulvio Nobiliore / Via Tarquinio Collatino (INIZIO)
Via Marco Fulvio Nobiliore / Piazza San Giovanni Bosco Parrocchia Don Bosco
Via Marco Fulvio Nobiliore / Via Tuscolana Metro A - Giulio Agricola
Viale Giulio Agricola / Via Tuscolana Metro A - Giulio Agricola
Viale Giulio Agricola / Via Lemonia Parrocchia di San Policarpo
Via Lemonia / Viale Appio Claudio Cicloparcheggi, Connessione con Pista interna al Parco degli Acquedotti
Via Lemonia / Circonvallazione Tuscolana (FINE) ingresso nel Parco degli Acquedotti


Link esterni

  • BiciRoma Foto descrizione della ciclabile nel tratto Papiria-Lemonia 

giovedì 14 febbraio 2013

Via Nocera Umbra anche qui non c'è pace

Anche qui non trovano pace, cantiere recinta una delle aiuole che costeggiano la pista (ridipinta in quel tratto solo pochi giorni fa!!!!).
Motivo: "realizzazione area giochi e fitness" lungo una strada come via Nocera Umbra !!!!???

transenne sulla pista appena ridipinta


cartello dei lavori

martedì 12 febbraio 2013

Piano Quadro della Ciclabilità nel IX Municipio

Essendo residente nel municipio e utilizzando la bici quotidianamente sia per andare al lavoro, per commissioni, che per diletto, mi sono preso la briga di mappare le informazioni contenute nel Piano Quadro della Ciclabilità di Roma Capitale pubblicato nel Settembre 2012.

Google Maps dove ho riportato i dati del IX Municipio
Analizzando l'elenco delle strade (e piazze) su cui è pianificato un percorso, mi sono accorto di duplicazioni (via Sigonio, via Vanesio) ed addirittura di un fastidioso refuso (riguardante la tratta di via Monte d'Onorio), inoltre alcuni passaggi sono evidentemente delle forzature come quelle sull'Appia Nuova all'altezza dell'ex-stefer e quella dei mercati rionali (via Orvieto e via Vanesio dove c'è lo storico Mercato dell'Alberone, o addirittura via Sannio, a meno che non venga spostato).

Lascia un po' di amaro in bocca vedere questa scarsa perizia, su un lavoro che è stato annunciato nel maggio del 2010 e che è stato approvato all'unanimità, dopo un iter assurdo ed interminabile, sull'onda dell'emozione e della pressione mediatica di una grande manifestazione organizzata dal movimento Salvaiciclisti.

Dal punto di vista dei contenuti, molti gli strani intrecci e le sovrapposizioni di percorsi. Avevo partecipato alle riunioni conclusive del Biciplan e ad alcuni riunioni dedicate alla "partecipazione" del IX municipio in cui avevo cercato di mettere ordine o quantomeno di chiarire la necessità di interventi per la mobilità, di cui avrebbe automaticamente beneficiato anche il turismo ed il tempo libero. Vedendo il risultato finale l'unica consolazione è che sia stato recepito il progetto della Dorsale Ciclabile Tuscolana che avevo proposto e protocollato (CI/2008/71893 del 20/11/2008) come progetto finanziabile dalla Regione Lazio (Bando della Regione Lazio (L.R. n.26 del 28/12/2007 art.34) per la realizzazione di "un'Opera Pubblica derivata da processi di partecipazione") nell'ormai lontano novembre 2008.

Ora però dovrebbero chiarirci quale è il piano di finanziamento e realizzazione perchè quello che fù presentato nel 2010 è stato abbondantemente superato, tanto che alcune ciclabili che dovevano essere già realizzate, forse non lo saranno mai più.

Comunque la mappa che ho realizzato è disponibile su google maps con la relativa legenda, se volete seguire o partecipare, in termini costruttivi, vi suggerisco l'apposita discussione creata sul forum dei Ciclomobilisti (previa presentazione of course).

Riporto qui sotto l'elenco delle vie "fotografato" dal documento di Roma Capitale.

domenica 10 febbraio 2013

Ponte della scienza, assaggio di futuro... misero

il Ponte della Scienza
Stamattina ennesima visita al Ponte della Scienza, ciclopedonale, ma per la prima volta riesco a salirci sopra, non è terminato ma da ieri è stato aperto al pubblico in occasione di un evento dedicato alla cioccolata.

Infrastrutture di collegamento lato Gazometro

Che dire il ponte non è finito, deve essere ancora attrezzato, ma soprattutto mancano le infrastrutture viarie affinché i ciclisti, soprattutto quelli urbani, possano utilizzarlo in sicurezza al posto dell'attuale Ponte dell'Industria (Ponte de fero), stretto e pericoloso.
Ci sono tanti cartelli esplicativi, che non esplicano molto, non esplicano soprattutto che il ponte doveva essere accessorio alla Cittadella della Scienza utilizzando parte del comprensorio industriale a ridosso del Gazometro.
In uno dei pannelli è rimasta traccia del previsto passaggio fino a via del Commercio, che condurrebbe rapidamente su via Ostiense i cui palazzi si intravedono nella foto sopra, questo DEVE essere il passaggio, qualunque altra soluzione sarebbe una pecionata, che allungherebbe il percorso dei ciclisti e li esporrebbe a passaggi notturni in luoghi non frequentati o mal frequentati.


l'unica scelta plausibile

venerdì 8 febbraio 2013

19 settembre 2012 - Piano Quadro della Ciclabilità (stesura definitiva)

Mi sono accorto di non aver pubblicato la notizia della definitiva stesura del Piano Quadro della Ciclabilità disponibile sul sito del Comune di Roma dal 19 settembre 2012.


Come sparisce un passaggio ciclopedonale, anzi ciclabile !

Questo è uno dei (pochi) passaggi ciclopedonali (approfondisci), anzi in questo caso solo ciclabile (visto che i pedoni dovrebbero stare sul marciapiedi che costeggia lo stadio delle terme, su viale delle Terme di Caracalla. La "ripittata" organizzata dall'Assessorato all'Ambiente, non gestita ed affidata a persone che evidentemente non conoscono il codice della strada, ha fatto si che sparisse la segnaletica di attraversamento in sella, sostituita da una linea tratteggiata di cui sinceramente, ignoro il significato. 
Questa che per molti può apparire una pignoleria è invece un cardine della sicurezza e dell'efficacia della mobilità ciclabile, perchè altrimenti occorrerebbe attraversare scendendendo dalla bici, cosa che molti ciclisti (e certamente TUTTI i non ciclisti) ignorano (o fanno finta di ignorare). In caso di incidente se il ciclista investito era in sella potrebbe trovarsi a pagare una multa  a prescindere dalla gravità dell'incidente subito.

l'attraversamento che scompare su Viale delle Terme di Caracalla
Notare che l'auto blu in sosta evidentemente vietata sulla destra della foto, quasi a ridosso dell'attraversamento, era di un elegante signore asiatico che poi si è diretto alla FAO...

Caracalla: senza pace, programmazione né competenza

Sulla Dorsale Colombo nel tratto di viale delle Terme di Caracalla, hanno appena finito, per modo di dire, di ridipingere la segnaletica orizzontale e ora scassano la pista per rifare una traccia (credo per il pozzetto elettrico dell'alimentazione dei lampioni, che spesso non funzionano).

prima dipingono e poi riscassano


Ovviamente, non c'è neanche una scivolo alternativo, tanto che gli fa ? i ciclisti vanno a spasso...



Aggiornamento del 15 febbraio 2013 (pomeriggio)
scrive Alessandro sul gruppo Ciclomobilisti di FB:
"Recinzione svanita. In compenso c'è un bel fazzoletto di asfalto che somiglia più ad un dosso artificiale."
Guarda caso è successo dopo aver pubblicizzato l'invio di una e-mail di protesta inviata a Il Messaggero, e comunque ancora una volta un lavoro fatto in modo approssimativo e dannoso.

martedì 5 febbraio 2013

Passerella Ciclopedonale Conca d'Oro

l'aggiudicazione dal pdf del sito RomaMetropolitane.it
La passerella ciclopedonale dovrebbe unire la zona di via Val Solda, dove tra l'altro si trovano la stazione FS Nomentama (FR1) e la Dorsale Ciclabile Aniene, con la stazione Metro B1 Conca d'Oro, attualmente capolinea.
Quasi tutti la vedono nell'ottica Metro B1, ossia tutti che vanno verso la metro, mentre dovrebbe avere una valenza importante anche l'opposto ossia il collegamento con la Ciclabile Aniene che consentirebbe di raggiungere la Salaria all'altezza di via Somalia senza passare su strada (meglio ancora sarebbe con la tormentata Ciclabile Nomentana) e con la FS Nomentana
Avrebbe dovuto essere pronto in concomitanza con l'apertura della metro B1, su RomaPedala se ne era parlato nel 2007 (link puramente indicativo visto che il blog è sparito).

Qualche altro spunto sul forum dei Ciclomobilisti, e sull'ottimo Mobilita(')Roma.
La dicitura precisa è:
"PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DELL’APPALTO INTEGRATO AVENTE AD OGGETTO LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA E LA REALIZZAZIONE DI UNA PASSERELLA CICLOPEDONALE DI SCAVALCO DEL FIUME ANIENE, A SERVIZIO DELLA STAZIONE “CONCA D’ORO” DELLA DIRAMAZIONE “B1”, TRATTA BOLOGNA – CONCA D’ORO, DELLA LINEA B DELLA METROPOLITANA DI ROMA. – CUP N. J51E03000040005 - CIG N. 3950891A62"

Il costo 3.753.892 iva esclusa (in pratica oltre 4 milioni di euro !!!).

Ma la cosa preoccupante è che non c'è una riga su come sarà realizzato in termini ciclabili né sulla competenza della ditta in fatto di mobilità ciclabile. Occorrerà avere 100 occhi per evitare che esca fuori un obbrobbrio inutile per il ciclisti, con pendenze troppo accentuate o rampe da scendere a mano...

Interesasnti elementi dal disciplinare di gara:

lunedì 4 febbraio 2013

Ponte della Scienza aggiornamenti da SkyScraperCity

Suggestiva immagine di Steffo (vedi sotto)
Su SkyScraperCity.com ci sono foto recentissime del ponte che sembra vicino al completamento, anche se come al solito occorrerà aspettare qualche evento mondano collaterale e le esigenze elettorali del Sindaco e della sua coalizione. Nel contempo c'è anche un'analisi sul blog Mobilita(')Roma.

La cosa che lascia molto perplessi, ne avevo già scritto, sono i collegamenti del ponte:
  • sia alla ciclabile tevere dal lato marconi, 
  • sia alla viabilità dal lato del gazometro.
Sperando ancora una volta che non venga disattesa la vocazione del ponte alla mobilità ciclabile, creando collegamenti poco praticabili sia in termini di praticità che di sicurezza, perchè la sponda del gazometro è piuttosto isolata e di sera (ma anche di giorno) potrebbe non essere salutare frequentarla da soli anche solo per andare al lavoro.


Fonti: foto di Steffo da SkyScraperCity .

Ciclabile Nomentana: Visconti ed Alemanno si rimangiano la parola ?

Tutti i ciclisti urbani romani erano in attesa dello start ai lavori per la realizzazione, finalmente, della pista ciclabile su via Nomentata, perchè anche se non sei di zona può capitare di doverla usare per andare al lavoro, per commissioni o anche solo per andare a trovare un amico o un parente.

Le promesse di Alemanno e soprattutto dell'Assessore Marco Visconti, fatte in video a marzo del 2012 (video), parlavano di pista pronta a primavera, mentre ora sembra che sia stata di nuovo definanziata, durante l'approvazione del bilancio (fonte: blog Ciclabile Nomentana) avvenuta il 9 novembre scorso.

Se così fosse, oltre che una vergognosa, l'ennesima, marcia indietro da parte dell'Assessore (ora candidato alle elezioni Regionali) e del Sindaco, da cui per la verità non ci aspettiamo più nulla di positivo, ma anche una figuraccia dell'opposizione, sempre pronta a cavalcare l'onda delle polemiche dei ciclisti urbani, ma che nei fatti non riesce nemmeno a farci sapere che da due mesi la ciclabile nomentana è sparita dai finanziamenti.


venerdì 1 febbraio 2013

Troppe frecce, poche bici e pure dipinte male

Da qualche settimana è in corso il rifacimento della segnaletica orizzonatale di alcune piste ciclabili, per mia conoscenza diretta la Ciclabile di Via Nocera Umbra (improvvisamente interrotta) ed il tratto Numa Pompilio - Viale Aventino della Dorsale Colombo (di cui hanno dimenticato dei tratti).

Ma è facile notare che chi ridisegna la segnaletica, a parte che lo fa a mano e pure male, non ha dimestichezza con le piste ciclabili, tanto che abbonda in frecce e non nel logo della bici che serve per far capire a pedoni ed altri utenti che si tratta di pista ciclabile. Non sembra esserci un "disegno" nel dipingere, ogni tratto è diverso dall'altro e sugli incroci non si ripitturano gli attraversamenti ciclopedonali.

Infine si ravvisa anche un pizzico di presa in giro, come i raggi di luce dal fanale della bici stilizzata...

Il fanale con i raggi luminosi: presa in giro ?